Tragedia Gela, la causa della morte: asfissia meccanica violenta.

 

Gela-

Il duplice, terribile delitto di Gela delle due sorelline Trainito sarebbe avvenuto secondo il medico legale, tra le 9 e 12,30 di martedi scorso. La causa: asfissia meccanica violenta.

Viene intanto escluso al momento il ricorso da parte della madre alla candeggina come arma di morte. Secondo gli inquirenti Giuseppa Savatta ha strangolato le figlie e poi ha tentato di suicidarsi.

A quattro giorni ormai dalla tragedia delle due sorelline uccise dalla madre, il procuratore capo Fernando Asaro ha fatto il punto delle indagini anche se il quadro generale sembra praticamente abbastanza delineato.

Il padre delle bambine,Vincenzo Trainito che si trovava fuori casa per lavoro, è rientrato prima del previsto, intorno alle 13 e ha trovato le figlie ancora in pigiama, distese a terra senza vita.

E’ ancora poco chiaro comunque, il movente del duplice delitto: il procuratore ha parlato di gesto imprevedibile, dichiarando che marito e moglie avevano discusso a lungo di una possibile separazione, in maniera civile, senza isterismi o tensioni. Quindi nulla che lasciasse presagire una svolta cosi drammatica nella loro vita.

Leave a Response