Ragusa- Latte, indagine per truffa

 

Ragusa-
La procura ha aperto un fascicolo per truffa riguardo alla vicenda della RAGUSA LATTE. Lo ha ribadito il procuratore capo Carmelo Petralia con un duplice reato ipotizzato: il fascicolo è aperto per truffa e per truffa finalizzata ai contributi pubblici. Le indagini sono state avviate da tempo con varie attività e affidate al nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza. Petralia ha confermato che l’indagine riguarda un settore importante dell’economia ragusana e tutti i fai sono puntati in questa direzione.
Nelle prossime ore in tribunale si dovrà decidere il concordato liquidatorio e saranno i soci che hanno conferito il latte non pagato e a altri a dover decidere se accettare o meno l’accordo proposto dall’azienda. Per i soci allevatori la proposta è di una transazione al 30% delle loro spettanze ma anche questa percentuale è appesa ad un filo e legata alla reale possibilità per la cooperativa, di avere dei proventi per poter pagare almeno in parte i suoi debiti. La vicenda del concordato viaggia parallela a quella giudiziaria con tempi e percorsi però diversi, con gli allevatori che hanno scritto una lettera aperta, chiedendo un’accelerazione delle indagini e anche degli interrogativi;: ad esempio, perchè i soci non erano stati informati della situazione economica della coopeativa e perchè si è scalata la strada della fusione con PROGETTO NATURA.

Leave a Response