Cronaca:

DOMANI I FUNERALI DI GIOVANNI NOBILEVideo

La famiglia della vittima tiene a precisare che non si tratta di delitto "passionale" me del gesto di un folle.

“Oggi il bersaglio è stata la nostra congiunta, ma ieri avrebbe potuto

essere chiunque. Non si parli quindi di "passione" ma si riporti in modo chiaro e deciso

che Gianna (e non soltanto lei) era stata fatta oggetto di deliranti minacce da parte del Lo Presti che non aveva esitato a danneggiare anche beni di altri docenti”. Sono le dichiarazioni dei familiari di Giovanna Nobile, la professoressa di religione assassinata sabato mattina da Salvatore Lo Presti, il bidello di 69 anni, ormai prossimo alla pensione. In una nota la famiglia della vittima gradirebbe un "assordante silenzio" in momenti così dolorosi, ma nella consapevolezza dell'impossibilità di

tale evenienza, non può rimanere inerte dinanzi al termine "passione" il cui solo utilizzo rischia di oltraggiare la memoria di Gianna. Intanto il bidello di 69enne, si trova nel carcere di contrada Pendente. L'arresto è avvenuto nel pomeriggio di sabato dopo aver dichiarato di aver ucciso perché infatuato dell'insegnante e perchè per l'ennesima volta lo aveva rifiutato. La convalida dell’arresto per il reato di omicidio e porto illegale di armi non avverrà prima di martedì mentre il legale di Lo Presti, l'avvocato Santino Garufi, fa sapere che il primo atto di difesa sarà la richiesta della perizia psichiatrica. Al contempo tiene a precisare le ragioni che lo hanno indotto ad accettare la difesa di Lo Presti. “Nonostante mi sento particolarmente vicino al dolore della famiglia di Giovanna Nobile – dichiara l’avvocato Garufi - nel rispetto del codice deontologico ho accettato la difesa di Lo Presti e garantisco un processo giusto”. Ieri, intanto, è stata eseguita l’autopsia sul corpo della povera donna mentre i funerali si svolgeranno domani pomeriggio alle ore 18 nella chiesa della Resurrezione. Sono passati soli due giorni dalla tragedia e la città sente il peso di quanto accaduto. C’è tensione, sbigottimento, paura. Gli interrogativi sono tanti mentre a scuola il corpo docente e gli alunni stanno organizzando una qualche iniziativa per ricordare la professoressa durante i funerali. Anche le associazioni impegnate nella lotta contro la violenza sulle donne hanno deciso di presenziare, in silenzioso rispetto, ai funerali di domani pomeriggio. Dell'accaduto si è interessato anche il ministro alla Pubblica Istruzione che ha deciso di inviare un equipe di psicologi per supportare gli insegnanti e alunni.

Notizia del: 16/6/2013 - Visualizzazioni: 639 di Giovanna Cascone, autore
Condividi su facebook

L'EDITORIALE

EDITORIALE: LA SICILIA CHE SI SBRICIOLA
di Elio alfieri

Cosa sta capitando alle opere infrastrutturali della Sicilia? Ponti, viadotti e strade si stanno sbriciolando come grissini, come se qualcuno da lassù stesse chiamando alle loro responsabilità le diverse classi di politici e maneggioni che si sono ingrassati negli ultimi anni a spese della collettività. In faccia quel crollo del pilone ci sbatte anche lo stato attuale delle strade statali e provinciali ma anche lo stato dei treni che percorrono gli incerti binari siciliani e che ricordano lontanamente quelli del Far West.

Da un lato quindi le frane, i viadotti che crollano e le strade dissestate; dall'altro una rabbia che monta sempre più, tra rassegnazione e impotenza e i giovani siciliani (quelli cui pare abbiano rubato il futuro...) cui non resta che scappare, magari via mare come fanno i disperati dell'altra sponda. Intanto per il momento per andare da Catania a Palermo bisogna fare un un viaggio all'indietro nel tempo di una quarantina d'anni ma qualcuno a Palermo dovrà anche ricordare come sono stati spesi i fondi che l'Unione europea destina alla sviluppo e che invece sono stati sperperati come le cronache hanno ben spiegato negli ultimi anni. Una cosa deve intanto fare subito la politica: restituire ai siciliani quel pezzo di autostrada.

Seleziona un'edizione locale

Scegli
e20 - sport
DERBY MODICA-VITTORIA- SI SALVI CHI PUO'

DERBY MODICA-VITTORIA- SI SALVI CHI PUO'

Per il salto in serie D interessato lo Scordia che passa direttamente al terzo turno play off

Domani in calendario gli spareggi promozione e salvezza in Eccellenza e Promozione. A Modica inizio alle 16, il derby tra rossoblu e biancorossi per decidere chi dovr retrocedere. Spareggi anche in Promozione col Comiso fuori casa.

DERBY MODICA-VITTORIA, CUGINI CONTRO

DERBY MODICA-VITTORIA, CUGINI CONTRO

Ancora due giorni poi si saprà chi tra Vittoria e Modica dovr retrocedere in Promozione. Domenica a Modica  infatti il programma lo scontro play out fratricida tra biancorossi e rossoblu.

 

 

PASSALACQUA, DOMATO IL NAPOLI

PASSALACQUA, DOMATO IL NAPOLI

La Passalacqua spedizioni doma il Saces Napoli al termine della prima semifinale play off scudetto femminili. Dopo una partenza shock per le iblee, la reazione e la vittoria.

 

GINNASTICA AEROBICA A RAGUSA

GINNASTICA AEROBICA A RAGUSA

Venticinque le societ provenienti da tutta Italia per oltre 300 atleti.

Sabato e domenica prossima si terranno a Ragusa i campionati interregionali di ginnastica aerobica zona 2.

CALCIO, DOMENICA I PRIMI SPAREGGI

CALCIO, DOMENICA I PRIMI SPAREGGI

Conclusa la stagione regolare, domenica prossima si torna in campo per play off e play out.

In Eccellenza, lo Scordia affronterà la vincente del girone B della Campania mentre per evitare la retrocessione, gara secca tra Modica e Vittoria e Citta di Messina e Rosolini.