Giovedì 27 Novembre 2014 - Aggiornato alle 12:30 - Utenti connessi: 86

Cronaca:

DOMANI I FUNERALI DI GIOVANNI NOBILEVideo

La famiglia della vittima tiene a precisare che non si tratta di delitto "passionale" me del gesto di un folle.

“Oggi il bersaglio è stata la nostra congiunta, ma ieri avrebbe potuto

essere chiunque. Non si parli quindi di "passione" ma si riporti in modo chiaro e deciso

che Gianna (e non soltanto lei) era stata fatta oggetto di deliranti minacce da parte del Lo Presti che non aveva esitato a danneggiare anche beni di altri docenti”. Sono le dichiarazioni dei familiari di Giovanna Nobile, la professoressa di religione assassinata sabato mattina da Salvatore Lo Presti, il bidello di 69 anni, ormai prossimo alla pensione. In una nota la famiglia della vittima gradirebbe un "assordante silenzio" in momenti così dolorosi, ma nella consapevolezza dell'impossibilità di

tale evenienza, non può rimanere inerte dinanzi al termine "passione" il cui solo utilizzo rischia di oltraggiare la memoria di Gianna. Intanto il bidello di 69enne, si trova nel carcere di contrada Pendente. L'arresto è avvenuto nel pomeriggio di sabato dopo aver dichiarato di aver ucciso perché infatuato dell'insegnante e perchè per l'ennesima volta lo aveva rifiutato. La convalida dell’arresto per il reato di omicidio e porto illegale di armi non avverrà prima di martedì mentre il legale di Lo Presti, l'avvocato Santino Garufi, fa sapere che il primo atto di difesa sarà la richiesta della perizia psichiatrica. Al contempo tiene a precisare le ragioni che lo hanno indotto ad accettare la difesa di Lo Presti. “Nonostante mi sento particolarmente vicino al dolore della famiglia di Giovanna Nobile – dichiara l’avvocato Garufi - nel rispetto del codice deontologico ho accettato la difesa di Lo Presti e garantisco un processo giusto”. Ieri, intanto, è stata eseguita l’autopsia sul corpo della povera donna mentre i funerali si svolgeranno domani pomeriggio alle ore 18 nella chiesa della Resurrezione. Sono passati soli due giorni dalla tragedia e la città sente il peso di quanto accaduto. C’è tensione, sbigottimento, paura. Gli interrogativi sono tanti mentre a scuola il corpo docente e gli alunni stanno organizzando una qualche iniziativa per ricordare la professoressa durante i funerali. Anche le associazioni impegnate nella lotta contro la violenza sulle donne hanno deciso di presenziare, in silenzioso rispetto, ai funerali di domani pomeriggio. Dell'accaduto si è interessato anche il ministro alla Pubblica Istruzione che ha deciso di inviare un equipe di psicologi per supportare gli insegnanti e alunni.

Notizia del: 16/6/2013 - Visualizzazioni: 621 di Giovanna Cascone, autore
Condividi su facebook

L'EDITORIALE

EDITORIALE: DIZIONARIO DI FINE ANNO
di Elio alfieri

Spunti di riflessione in libertà per stemperare le tensioni e le polemiche che si addensano da tempo a Vittoria: null'altro e questo è lo spirito con cui apriamo questa pagina dedicata oggi hai componenti, meglio ex componenti delle giunta Nicosia: Filippo Cavallo intanto, verso cui molti hanno espresso giudizi positivi: E' proprio tenero tant'è che se uno gli morde un orecchio, ti porge subito l'altro.

Poi Angelo Dezio, verso cui è stata creata la forma satireggiante di Associazione a delinquere di stampo Edilizio. Appassionato di mattone, trascorre il tempo libero a giocare a Monopoli col figlio ingegnere.

E ancora, Piero Gurrieri, il quale ha cercato di costruire contro tutti e tutto, il palazzo di vetro che sognava da bambino. Si è però arreso dopo le ultime sassate all'edificio tirate dal suo stesso partito e che lo hanno mandato in frantumi (il palazzo, naturalmente).

Poi Giovanni Caruano, che ormai chiamano la mano più veloce dell'est, inteso come territorio ipparino. Da urlo l'intervento col quale in Consiglio comunale con la destra ha afferrato il bilancio Emaia e con la sinistra l'ha fatto sparire.

Quindi Concetta Fiore che potrebbe tornare a tempo pieno al suo studio di consulente del Lavoro: il suo 25 novembre sarà quando il sindaco le darà la ferale notizia.

Infine, Salvatore Avola che a Scoglitti da quando ha smontato i pannelli del fotovoltaico dal suo terrazzo ha riassunto un aspetto più umano.

EDITORIALE: IL BESTIARIO CORRE IN RETE
di Elio alfieri

Su queste storie di mediocrità e stanchezza- caso Dezio reiterato e caso ticket Emaia- che assomigliano a una campagna elettorale quanto un cumulo di macerie ad una casa, anche i mass media e la stampa fa ormai fatica ad orientarsi.

E' come se, in questa notte della giunta ipparina al capolinea e di regolamenti di conti nel Pd che qualcuno si ostina ancora a negare, tutti aspettassero il nuovo giro di carte, che poi in gergo si chiama toto-assessori. E non manca ora minuto della giornata in cui le pagine di Facebook non vomitino insulti e volgarità a ritmo costante, specie anche da insospettabili che fino ad oggi erano conosciuti come persone di stile e dalla dialettica sobria e inappuntabile.

Insomma, tutto il mondo paese e allora tutti contro tutti senza riserve e senza rossore e quindi non c'è da meravigliarsi se anche dalle più alte cariche cittadine si registrano battute da scaricatori di porto, tanto da chiedersi se esiste un fine corsa, una saturazione possibile, come quando un motore in fuori giri finalmente si ingrippa e tace.

E se lo chiedono in tanti a Vittoria, i tantissimi che in questa orda di parole vomitate a getto continuo sui Social, si sentono soli perchè male rappresentanti o poco indifesi. Perchè a parte il cinismo, anche l'amarezza che ha finito per annegare lo spirito e le speranze di una comunità.

EDITORIALE: CHI VUOL ESSERE ASSESSORE
di Elio alfieri

La rovina di molti sindaci, al netto degli incidenti di percorso o di singoli episodi in cui incappano, è causata spesso dal loro partito di riferimento i cui esponenti in Consiglio comunale- non tutti chiaramente- aspirano e bramano per un posto in giunta.

Inutile stare a girarci intorno: se a Vittoria proprio il Pd diventato oggi ex maggioranza anche perchè con questa politica moralmente e culturalmente ai minimi storici, c'è chi continua a barattare la propria fedeltà per un assessorato. Sarebbe ipocrita negarlo e purtroppo è questo oggi l'andazzo, come si evince nelle sedute consiliari: per carità , non è solo un problema di Vittoria ma gli ultimi segnali forti in città inducono a pensare che tutto ci sia un fattore preminente.

E in questo buco grigio emerge l'assoluta irresponsabilità di chi dovrebbe fare squadra e seguirne le direttive, remando nella giusta direzione.

Al contrario, il cinismo e l'opportunismo di pochi non fa altro che condannare il Consiglio comunale all'immobilismo e la città ad un crepuscolo che sicuramente non merita.

EDITORIALE: SE SI VOTASSE DOMANI...
di

Immaginiamo che domani i vittoriesi siano chiamati alle urne: alla luce delle ultime vicende politiche cittadine, se uno pensa che non ci sia niente da salvare e quello che viene dopo è peggio, vota 5 Stelle. Se uno pensa che ci sia ancora qualche speranza che dalla vecchia anfora rotta della Sinistra possa uscire qualcosa, vota PD.

Se uno pensa che per fare buona della buona politica coinvolgendo i cittadini sia sufficiente andare in piazza col grafico del Prg, vota Sel.

Se uno cerca una ventata di novità e vuole dare fiducia al NUOVO CHE AVANZA, pu scegliere allora tra Patto per Vittoria, Sorgi Vittoria o la neonata Citt Libera.

Se uno di destra e non si ancora reso conto che in Italia c'è ancora un anziano leader che ha reso ridicolo il nostro Paese nel mondo raccontando barzellette sconce, vota Forza Italia.

Se uno invece è molto di destra ed rimasto un nostalgico della prima ora e continua a sognare A.N, allora vota Fratelli d'Italia.

Se uno ama l'isolamento e si sente incompreso perchè dopotutto il comunismo, nonostante tuttoè ancora vivo ma gli ridono dietro, vota Rifondazione Comunista.

Infine se uno vuole fare uno scherzo, vota Udc o Nuovo centro destra.

Seleziona un'edizione locale

Scegli
e20 - sport
VOLLEY, ARDENS AL TIE-BREAK

VOLLEY, ARDENS AL TIE-BREAK

Seconda vittoria al tie-break per la AGRIACONO Ardens Comiso. Superate le modicane del Motuca Trade dopo una combattutissima gara.

L'Ardens si è poi aggiudicato il quarto set 25-21 e tie break 15-11. Con questa vittoria il team di Vito Reccavallo mantiene la terza posizione in classifica in solitario con 7 punti, superato di due lunghezze da Modica e Patern.

 

VITTORIA, MAI VINTO UNO SCONTRO DIRETTO

VITTORIA, MAI VINTO UNO SCONTRO DIRETTOVideo

Paradosso fino ad un certo: finora il Vittoria non ha mai vinto uno scontro diretto al vertice. Tre pareggi finora e una sconfitta e il dato può fare riflettere.

 

PASSALACQUA TRAVOLGENTE, NONA VITTORIA

PASSALACQUA TRAVOLGENTE, NONA VITTORIAVideo

Basket femminile. Passalacqua Ragusa travolgente ieri a S.Martino di Lupari e nona vittoria di fila per il quintetto ibleo. Successo schiacciante, 96-52 a conferma delle ambizioni del team di Molino.

Partenza razzo delle iblee e subito il parziale di 8-0 ma si arriver ad un pi 15 e dopo il primo tempo ad un 57-25 che  abbastanza eloquente per come andr a finire.

VITTORIA, PAREGGIO IN SALITA

VITTORIA, PAREGGIO IN SALITAVideo

Il Vittoria ieri ad inseguire lo Scordia e alla fine un 2-2 che contenti gli ospito e lascia un po' d'amaro ai biancorossi che comunque, si tengono ancora stretto il primato solitario.

 

 

VITTORIA-SCORDIA, FUORI I SECONDI

VITTORIA-SCORDIA, FUORI I SECONDIVideo

E' Vittoria-Scordia domani in Eccellenza il big match della 12 giornata. Trasferte insidiose inoltre per il Siracusa a Messina e il Modica a Viagrande.