Minardo sulle elezioni per le province

Ragusa. Rispetto alla sequela fallimentare di commissari voluta da Crcoetta, l’elezione diretta per le province è utile e serve ad avviare una fase di transizione per organizzare e normare una vera riforma. Cosi l’on.Nino Minardo sul ritorno dell’elezione diretta per le province e pur comprendendo le motivazioni e la buona fede di quanti hanno voluto questa soluzione- continua Minardo- non posso esimermi dall’esprimere la mia netta contrarietà su come la vicenda è stata gestita.

Tornare indietro è un valore aggiunto laddove la totalità dei cittadini ha da tempo espresso la propria insofferenza per la sopravvivenza di enti ad oggi inutili e fonte di ulteriori spese e disservizi per colpa soprattutto di un governo che li ha abbandonati a se stessi.

Ma Minardo oltre alle critiche prova ad andare oltre: la vera scelta politica coraggiosa era quella di abolire del tutto le province e avendo cura di salvaguardare le risorse occupazionali ancora in servizio, accompagnando la loro ricollocazione nei Comuni con adeguate risorse e senza mettere in crisi gli enti locali coinvolti. Giustificare quindi la permanenza di centri con costi elevati, conclude Minardo, indeboliscono ogni proposta di governo seria e alternativa a quella fallimentare della quale la Sicilia sta ancora pagando le conseguenze.

Leave a Response