Liberi consorzi: 25 mila euro per Ragusa, Siracusa ,Enna

Il deputato regionale Nello Dipasquale annuncia che nel prossimo assestamento di bilancio ci sara’ un intervento economico con un fondo di 25milioni di euro per i Liberi Consorzi di Ragusa, Siracusa ed Enna.
Per Dipasquale, vice presidente della Commissione Bilancio dellArs, : Lattuale situazione finanziaria dellex Provincia di Ragusa che rischia di portare al collasso lEnte con la conseguente sospensione di importanti servizi ai cittadini come linterruzione di altri servizi scolastici (abbiamo gi assistito al blocco del servizio di trasporto scolastico per i diversamente abili), il mancato pagamento delle utenze e perfino degli stipendi dei dipendenti di viale del Fante, vede gi nuove e migliori prospettive. Si sta predisponendo, infatti, un fondo allinterno dellassestamento di bilancio per 25milioni di euro che riguarda le province di Ragusa, Siracusa ed Enna. Queste somme saranno ripartite a seconda delle esigenze dei tre enti per ripianare i conti solo quello di Ragusa ha subito un prelievo forzoso assai consistente e mettere in sicurezza le casse.
La notizia ufficiale commenta ancora Dipasquale e la bozza di assestamento andr in Commissione la prossima settimana per poi approdare allAssemblea Regionale per lapprovazione definitiva, quindi sar necessario circa un mese di tempo. Il commissario del Libero Consorzio di Ragusa, il dr. Cartabellota, visto il ruolo che ricopre alla Regione Siciliana ha la possibilit di verificare da s queste informazioni e attivare da subito tutte le procedure necessarie per far ripartire il servizio di trasporto scolastico per i disabili. In ogni modo, anche il Presidente Crocetta, con il quale ho avuto una fitta interlocuzione in questi giorni, sta monitorando personalmente questo iter. Una volta approvata, questa manovra economica consentir allex Provincia di Ragusa di chiudere la condizione di sofferenza nella quale si trova e impedendo che si verifichino nuovamente fatti incresciosi come quelli cui abbiamo assistito nelle ultime settimane.

Leave a Response