Dimissioni in massa

 

Ragusa-

Il vicepresidente del CITTA’ DI RAGUSA Angelo Paternò assieme al direttore sportivo Massimiliano Vitale e al segretario Rosario Massari hanno rassegnato le dimissioni dai rispettivi incarichi.

Una decisione sofferta, hanno dichiarato in coro, ma per certi versi inevitabile. Sono stati davvero troppi infatti gli episodi che hanno condizionato in negativo la stagione appena trascorsa. Non parliamo di episodi sportivi che possono starci ma di altro, come una mano nascosta a cercare di penalizzarci più di quanto fosse lecito.

Per i tre dirigenti dimissionari qualcosa dunque non è andato per il verso giusto, un accanimento che società e squadra non meritavano. E si fa tra i tanti l’episodio della partita con l’Atletico Catania che pareggiata sul campo, si è tramutata nell’obbligo di una ripetizione dopo che l’arbitro- caso più unico che raro- vedendo le immagini in tv in serata, ha ammesso di aver commesso un errore tecnico, fornendo l’alibi al comitato regionale per procedere nel modo che tutti sanno.

A questo si aggiunga la ripetizione della gara, disposto all’Aldo Campo per la ventilata presenza di oltre 150 tifosi ospiti. In realtà di tifosi etnei ne arrivarono una quindicina e non si capisce perchè il Comune non abbia scelto di tutelare la società azzurra insistendo perchè il match si tenesse nel suo luogo naturale, cioè al Biazzo.

Leave a Response