CALCIO D’AGOSTO TARGATO COPPA ITALIA

Vittoria.

Ripartire contro lo scetticismo generale e contro una frangia di tifosi che al momento non ne vuole sentire di andare allo stadio. Per il Vittoria dell'era Campanella comincia un'altra stagione difficile ma se il buongiorno si vede dal mattino allora sperare è lecito: sotto i riflettori la gara di coppa di domenica contro l'Atletico Gela superato nel corso di una ripresa condotta da protagonista o quasi. Un successo meritato che non dissolve certo le ansie del recente passato e delle recenti stagioni biancorosse ma di sicuro fa un gran bene ad una squadra e una società che si muovono tra tante difficoltà. E' un riusultato insomma, il 2-1 a spese dei gelesi che in qualche modo può liberare la mente dalle scorie passate e ridare fiducia ad un ambiente per certi depresso. Sulla falsariga del risultato del Vittoria va segnalato anche lo 0-0 del Comiso contro il Modica: la formazione di Carbonaro era data per moribonda ma contro il Modica i verdarancio hanno messo in mostra orgoglio e coraggio e alla fine il risultato poteva anche dare loro ragione. Un risultato insomma, che se per il Comiso non è certo il massimo aiuta comunque a risalire la china dopo il preoccupante 2-1 incassato in casa dal Real Biscari in amichevole. E proprio la formazione acatese, dopo aver esordito in coppa con un successo di misura contro l'Hellenika, si candida ad una stagione da protagonista ma soprattutto può contare in attacco su un giocatore, Cortese, che non perde mai il vizio del gol.